La solitudine dell’assieme

È la prova d’assieme. Ma l’assieme non è vero perché non è completo.
La buca scavata per abbracciare la giovinezza degli orchestrali porta a compimento le figure del palcoscenico ma, insieme, le isola.
Il compimento della prova chiude l’opera su se stessa. La allontana.
La prova compiuta è un’opera triste. Sola oltre quella buca scavata per darle vita vera con la vera musica.

Chi condurrà se stesso a riempire platea e palchi sarà chiamato a riempire, con la vita propria, quella solitudine.

Post correlati